L’ESENZIONE DALL’IMPOSTA DI BOLLO PER LE SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE

La legge di bilancio per il 2019[1] ha esteso alle associazioni e società sportive dilettantistiche l’esenzione dall’imposta di bollo che era già prevista per le federazioni sportive e gli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI. Pertanto, con decorrenza 1 gennaio 2019 le associazioni e società sportive dilettantistiche senza fine di lucro riconosciute dal CONI

LE MANSIONI CHE POSSONO ESSERE REMUNERATE COME REDDITI DIVERSI SPORTIVI

Riassunto: I compensi erogati per l’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche sono disciplinati dall’articolo 67 Tuir, il quale prevede un’esenzione dal pagamento di imposte con franchigia di 10.000 Euro annui. I medesimi redditi, essendo qualificati come redditi diversi, non sono assoggettabili a contribuzione previdenziale o anti-infortunistica. Sono ricomprese nel concetto di esercizio diretto di attività

DECRETO DIGNITÀ E ABOLIZIONE DELLE SOCIETÀ SPORTIVE LUCRATIVE: GLI EFFETTI COLLATERALI PER LE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE NON LUCRATIVE

Il Decreto Dignità approdato finalmente ieri in Gazzetta Ufficiale (è divenuto il D.L. n.87/2018) ed entrato in vigore dalla giornata di oggi ha abolito la normativa contenuta nella Legge di Bilancio 2018 relativa all’introduzione delle società sportive con scopo di lucro. Tra le disposizioni abrogate figura anche quella contenuta nel comma 358 dell’articolo 1 della

DAL 1 LUGLIO VIETATO IL PAGAMENTO IN CONTANTI DEGLI STIPENDI: COSA CAMBIA PER LE SOCIETÀ SPORTIVE

La legge di bilancio per l’anno 2018 (Legge del 27/12/2017 n.205) prevede che a partire dal 1 luglio 2018[1] le retribuzioni dei lavoratori subordinati dovranno essere obbligatoriamente corrisposte dai datori di lavoro con mezzi di pagamento tracciabili[2] e quindi non potranno essere più pagate in contanti. La violazione di questa norma comporta l’applicazione di specifiche

LE COLLABORAZIONI A FAVORE DELLE SOCIETÀ SPORTIVE: UN PUNTO SULLA SITUAZIONE E SULLA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA

Riassunto: La legge di Bilancio 2017 ha introdotto una norma che qualifica come “contratti di collaborazione coordinata e continuativa” i rapporti tra le società sportive e i prestatori di alcune attività che dovranno essere identificate da una delibera del CONI. Ci si chiede quali conseguenze pratiche possa avere sulle società sportive questa innovazione. Dopo un’approfondita

ENTRO IL 7 MARZO LA TRASMISSIONE TELEMATICA DEL MODELLO CU RELATIVO AI REDDITI SPORTIVI DILETTANTISTICI

È fissata al 7 marzo e non ha subito proroghe la scadenza per l’invio telematico dei dati relativi alle certificazioni uniche dei compensi erogati nell’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche e ai rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di carattere amministrativo – gestionale di natura non professionale resi in favore di società e associazioni sportive

SOCIETÀ SPORTIVE: LE NOVITÀ DELLA LEGGE DI BILANCIO 2018

La legge di bilancio per l’anno 2018 approvata il 27 dicembre 2017 (Legge n.205) riporta alcune novità per le società sportive dilettantistiche. La prima novità avrà un impatto immediato su tutte le associazioni e società sportive dilettantistiche già costituite ed è costituita dall’innalzamento del limite di non tassazione dei rimborsi spesa, premi e compensi erogati