INVARIATO IL MODELLO REDDITI PER LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI ESTERI E PER IL MONITORAGGIO FISCALE

I quadri del Modello Redditi 2018 ordinariamente utilizzati per la dichiarazione dei redditi prodotti all’estero (quadri RL, RM e RT) e per il monitoraggio fiscale (quadro RW) non hanno subito modificazioni rispetto allo scorso anno (Modello Redditi 2017).

Anche le istruzioni per la compilazione del modello non riportano differenze salvo, per la compilazione del quadro RW, la precisazione che in caso di detenzione di diversi immobili all’estero, basta che siano variati i dati di un immobile rispetto all’anno precedente affinché diventi obbligatorio compilare il quadro con l’indicazione di tutti gli immobili situati all’estero, compresi quelli non variati. La precisazione si è resa necessaria a fronte dell’introduzione dell’art.7-quater, comma 23 del D.L.193/2016 che autorizzava a non indicare nel modello RW gli immobili situati all’estero per i quali non siano intervenute variazioni nel corso del periodo di imposta fatti salvi i versamenti dell’IVIE. In altri termini se un soggetto dispone di immobili all’estero e la situazione complessiva al fine del monitoraggio fiscale e della determinazione dell’IVIE non varia rispetto all’anno precedente il contribuente può non compilare il quadro RW ed è sufficiente che paghi l’IVIE (in saldo e in acconto) nella stessa misura che risulta dall’ultima dichiarazione presentata (per l’Agenzia delle Entrate il controllo è possibile in quanto verrà utilizzata l’ultima dichiarazione presentata come confronto). Tuttavia se, in presenza di una pluralità di immobili, varia la situazione anche si un solo immobile, il quadro andrà compilato con riferimento a tutti gli immobili.