d
Follow us

Studio Fabio Zucconi

  >  Società sportive   >  TUTELA DEI MINORI E PREVENZIONE DELLE DISCRIMINAZIONI: ENTRO IL PRIMO LUGLIO VA NOMINATO IL RESPONSABILE PER IL CONTRASTO AGLI ABUSI E PER LA PROTEZIONE DEI MINORI

TUTELA DEI MINORI E PREVENZIONE DELLE DISCRIMINAZIONI: ENTRO IL PRIMO LUGLIO VA NOMINATO IL RESPONSABILE PER IL CONTRASTO AGLI ABUSI E PER LA PROTEZIONE DEI MINORI

image_pdfStampa il pdf

CONTENUTO IN Sport-Update – Newsletter n. 11/24 – 18/6/2024

 

  1. Termini di scadenza per gli adempimenti per il contrasto agli abusi e le discriminazioni

Si avvicinano due nuove scadenze per gli enti sportivi dilettantistici. Entrambe riguardano l’importante tema della tutela dei minori ed il contrasto agli abusi, la violenza di genere e le discriminazioni.

La prima scadenza da segnare in calendario è fissata per il primo luglio, data entro la quale ciascun ente sportivo dilettantistico dovrà nominare un proprio responsabile per il contrasto agli abusi, le violenze e le discriminazioni. Quest’obbligo, introdotto dalla Riforma dello Sport[1], in realtà non avrebbe ancora una propria scadenza in quanto siamo ancora in attesa del decreto attuativo[2] che detterà le le disposizioni specifiche sul tema. Tuttavia nella scorsa estate la Giunta Nazionale del CONI ha approvato una delibera[3] che impone a tutti gli enti sportivi dilettantistici[4] di “nominare entro il 1° luglio 2024 un Responsabile contro abusi, violenze e discriminazioni, con lo scopo di prevenire e contrastare ogni tipo di abuso, violenza e discriminazione sui tesserati, nonché per garantire la protezione dell’integrità fisica e morale degli sportivi[5]. Tale disposizione esplicitamente indica che questo responsabile debba assumersi anche l’incarico previsto, ancorché ad oggi non disciplinato in dettaglio[6], dalla Riforma dello Sport in tema di protezione dei minori.

Ne deriva quindi che questo obbligo sussiste ed ha come scadenza il primo giorno di luglio. Allo stesso tempo appare chiaro che, in attesa del decreto attuativo, mancano riferimenti precisi per comprendere la portata degli obblighi che verranno assunti dal soggetto che verrà nominato come responsabile. Anticipiamo fin da ora che la figura di cui ci stiamo occupando, sarà coinvolta[7] anche nella gestione del cosiddetto “safeguarding”, ovvero le procedure che dovranno essere assunte[8] obbligatoriamente dagli enti sportivi dilettantistici entro il 31 agosto 2024[9] al fine di individuare i fattori di rischio, prevenire e contrastare la violenza di genere e le discriminazioni. Dei dettagli su questo adempimento ci occuperemo con un successivo specifico articolo.

  1. Le funzioni del responsabile contro gli abusi

Veniamo ora a comprendere quali sono le funzioni del responsabile e quali possono essere le migliori modalità di selezione e di nomina dello stesso.

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati al servizio SPORT-UPDATE. Per informazioni e richieste di abbonamento inviare mail a segreteria@studiofabiozucconi.it